Her | Review

Titolo: Lei
Titolo originale: Her
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 126 minuti
Cast: Joaquin Phoenix, Scarlett Johansson, Amy Adams
Regista: Spike Jonze

In breve: Ambientato in un futuro abbastanza lontano, Theodore decide di provare un nuovo sistema operativo OS, basato su un’intelligenza artificiale. Inizia ad intrattenere con questo computer una relazione, che porterà Theodore ad allontanarsi sempre più dalla sua vita normale per rifugiarsi nella tecnologia, che ormai ha il sopravvento sulle nostre vite.

Voto: ★★★★★

In questo futuro in cui la tecnologia permette di rimanere costantemente in contatto con il mondo, basta niente per diventare assolutamente assuefatti dalla potenza della rete.
Theodore lo sa bene. Deciso a provare un nuovo sistema operativo, si trova catapultato in una surreale situazione in cui il suo OS Samantha, che fa da assistente e amica e consigliera, diventa il fulcro di tutta la sua vita.
Divorziato da poco, Theodore trova conforto in questa virtuale intelligenza artificiale che lo impressiona ma riesce a capirlo come i suoi amici non riescono a fare.
La malinconia di alcune scene, il senso di vuoto, lo sconcertante proiettarsi della vita che ci attende rendono questo film uno dei miei preferiti.
Finiremo anche noi così? Saremo talmente legati a delle intelligenze artificiali che non riusciremo più ad avere rapporti umani?
Un film per riflettere, ma anche per riconoscersi. Perché già adesso, spesso, trovo conforto a parlare con persone che non ho accanto e che magari nemmeno conosco. Però sono persone, hanno sentimenti e ragionano in un modo diverso da Samantha.
Sono rimasta affascinata dalle scelte registiche, soprattutto in alcune scene, una fra tutte il momento in cui Theodore e Samantha si trovano in intimità e lo schermo diventa nero, che è l’unico modo in cui sarebbe potuta essere rappresentata la loro situazione.
Non mi ha fatto impazzire il finale aperto, anche se mi permette di dare una visione personale della conclusione delle loro storie.
Lo trovo un film carico di significato, che andrebbe guardato con cognizione di causa e su cui si debba riflettere a fondo. E’ talmente dolce e delicato e malinconico che rende il futuro un po’ meno catastrofico, nonostante quello che ci attende.

Annunci

3 pensieri su “Her | Review

  1. Io ho adorato questo film, sceneggiato, diretto e interpretato in modo stupefacente. Uno di quei film che ti lasciano qualcosa dentro. Qualcosa su cui riflettere profondamente, perché come dicevi anche tu, un giorno è così che potrebbe finire. Le intelligenze artificiali potrebbero essere tanto avanzate, da farci vivere una realtà parallela dal normale rapporto umano.

    Ti consiglio di vedere “Ex Machina”

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...