Finalmente sei qui | Review

dettagliTitolo: Finalmente sei qui
Titolo originale: Finalmente sei qui
Autore: Gianni La Corte
Data pubblicazione: Maggio 2012
Editore: La Corte
Pagine: 304
Formato: Cartaceo

trama

Il tempo in amore è tutto. È la durata di un bacio, di una litigata, di un’emozione improvvisa. È il momento giusto anche nel posto sbagliato, è l’attesa che precede l’incontro. Lo sa Marco, che nella vita e con le donne non ha mai avuto tempismo; lo sa Giulia, che ha il ritmo nel sangue ma che all’improvviso perde tutto; lo sa Edoardo, che con un anello in mano sta per fare la proposta che potrebbe legarlo per sempre a Bianca. E poi lo sanno Gabry, Matilde, Noemi, Tiziano, Carlo, Leonardo, personaggi veri e sfaccettati che, sullo sfondo una Torino più viva che mai, non potranno più permettersi il lusso di temporeggiare, che dovranno mettersi completamente in gioco e che, vivendo una storia adrenalinica, emozionante e piena di colpi di scena, dovranno imparare che, come per magia, ogni istante è buono per stravolgere e rivoluzionare la propria esistenza.

voto

★ ★ ★ ★ ☆

recensione

Allora. Sono partita con aspettative molto alte per questo libro perché l’ho comprato al salone del libro (yee) e perché ho la copia autografata direttamente dall’autore (yee yee) ma. Ma ammetto che sono state soddisfatte, dai. Inizialmente, a scatola chiusa, quando mi è stata spiegata la trama ho pensato: oddio, io i libri che cambiano punto di vista li odio. Poi invece ho iniziato a leggere, e quel cambio di punti di vista non è così veritiero, nel senso che da un capitolo all’altro la storia continua. Non si racconta sempre la stessa cosa, ma si raccontano tanti piccoli episodi. E all’inizio, al secondo capitolo sei lì e pensi se l’autore ha bevuto, perché molla lì i personaggi come se fosse finito il racconto. Poi invece vai avanti, e la storia prende forma, e vedi quel filo sottilissimo che unisce i personaggi tra loro e ti si accende una lampadina e allora sei felice, perché adesso ha tutto senso. E a me le cose che hanno un filo logico piacciono.
Comunque.
A un certo punto la trama diventa un tantino surreale, ma ci può stare. E i colpi di scena sono uno dopo l’altro, sempre al momento giusto, quando stai per perdere le speranze. E ti tirano su che manco un paracadute fa un lavoro simile. E ti agiti, e poi ti tranquillizzi, e sorridi.
Ho trovato un po’ troppo marcata l’ambientazione, ma d’altronde lo dice anche Gianni: ama Torino in modo viscerale. Sarà che non è la mia città e quindi ho trovato poca empatia, però ci sta.
E i personaggi stranamente nonostante non fossero stra-caratterizzati si fanno amare tutti. Che quando finisci di leggere un capitolo sei in pena per il modo in cui li hai lasciati, e speri che vada tutto per il meglio. Che quando leggi cosa succede sorridi, poi ti emozioni, poi ti immedesimi in modo tale da non sapere più nemmeno dove sei.
E in due giorni lo finisci.
E ti senti un pochino più sola quando finisce, perché ormai eri entrata a tal punto in quel mondo che è come se ti avessero strappato via il tuo sogno.
Lo consiglio, soprattutto a chi crede ancora nell’amore.

citazioni

Ci sono amori che sono così. Anche se non si sono mai consumati, diventano il motore stesso della nostra vita. Il centro del mondo. E quando lo smarriamo e perdiamo definitivamente la speranza di farli diventare reali, creano un senso di totale annaspamento, di vuoto improvviso.

La fiducia è una delicata bolla di sapone. Basta un nulla per farla esplodere.

Forse stava lì il segreto dell’amore. Vivere ogni emozione come se non si avesse più tempo per viverne altre. Perché è l’unicità a rendere speciale un momento. Il sapere che è ora o mai più.

Firma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...