Chi manda le onde | Review

dettagliTitolo: Chi manda le onde
Titolo originale: Chi manda le onde
Autore: Fabio Genovesi
Data pubblicazione: febbraio 2015
Editore: Mondadori
Pagine: 391
Formato: Ebook

trama

Ci sono onde che arrivano e travolgono per sempre la superficie calma della vita. Succede a Luna, bimba albina dagli occhi così chiari che per vedere ha bisogno dell’immaginazione, eppure ogni giorno sfida il sole della Versilia cercando le mille cose straordinarie che il mare porta a riva per lei. Succede a suo fratello Luca, che solca le onde con il surf rubando il cuore alle ragazze del paese. Succede a Serena, la loro mamma stupenda ma vestita come un soldato, che li ha cresciuti da sola perché la vita le ha insegnato che non è fatta per l’amore. E quando questo tsunami del destino li manda alla deriva, intorno a loro si raccolgono altri naufraghi, strambi e spersi e insieme pieni di vita: ecco Sandro, che ha quarant’anni ma vive ancora con i suoi, e insieme a Marino e Rambo vive di espedienti improvvisandosi supplente al liceo, cercando tesori in spiaggia col metal detector, raccogliendo funghi e pinoli da vendere ai ristoranti del centro. E poi c’è Zot, bimbo misterioso arrivato da Chernoyl con la sua fisarmonica stonata, che parla come un anziano e passa il tempo con Ferro, astioso bagnino in pensione sempre di guardia per respingere l’attacco dei miliardari russi che vogliono comprarsi la Versilia. Luna, Luca, Serena, Sandro, Ferro e Zot, da un lato il mare a perdita d’occhio, dall’altro li profilo aguzzo e boscoso delle Alpi Apuane.

voto

★ ★ ★ ☆ ☆

recensione

Di questo romanzo sono soddisfatta, però non ne sono convinta. E’ scritto in modo abbastanza facile, abbastanza scorrevole, ma la pungente ironia dell’autore ti porta a soffermarti su tutto. E ogni tanto ci trovi qualche riflessione che ti destabilizza, e a quel punto non lo sai più tanto bene come funziona.
Ci sono questi personaggi che sono tutti un po’ speciali, tutti un po’ fuori dal mondo, tutti a metà. E ci sono certe cose che rimangono così, spezzate, e non si può fare niente per aggiustarle. Ci sono i due livelli: la superficie, che alla fine sembra anche normale, e il retroscena. ed è quello che ti frega, che ti colpisce allo stomaco e non ti fa respirare più. Perché in questo romanzo è narrata una tragedia. Che sembra fare da sfondo, e invece è il fulcro di tutti i casini, e di quella vita mezza rotta che non sai come affrontare. E ti convinci che è giusto come si svolgono le cose, che l’impilarsi dei mattoni, come pietre di Luni, sono proprio nella posizione corretta in cui dovevano essere. Perchè io al destino ci credo, e in questo libro ci volevo credere, anche se c’erano tutte le premesse negative.
E alla fine ti rimane un sorriso sulle labbra, un cuore più piccolo del previsto e u amore incondizionato per questi personaggi che, forse, a metterli insieme ne fanno uno normale. Ma non importa, perché tanto già ci hai riflettuto, e adesso ci ridi e basta, che la vita mica aspetta te, la vita la devi prendere di petto.

citazioni

A volte succedono delle cose che non puoi fare altro, puoi solo metterti a piangere e andare avanti così, aspettando il momento che ti riesce qualcosa di diverso.

Un sogno quando comincia non importa se durerà una vita o cinque minuti: un sogno comincia sempre per durare in eterno.

Se il futuro fa così vomitare, allora cazzo, conviene tuffarsi di testa dentro a tutto il presente che troviamo.

A volte quando vuoi far capire davvero qualcosa a qualcuno il modo migliore è proprio non rispondere.

La vita va avanti bimba, quello che succede succede. Va sempre avanti e se ne frega se te vuoi andare da un’altra parte o se vuoi stare ferma per conto tuo. La vita ti porta dove gli pare a lei.

Firma

Annunci

Un pensiero su “Chi manda le onde | Review

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...