Una pila di libri | Tag

Buongiorno a tutti! Oggi sono qui con un nuovo tag a tema libresco. L’ho visto su youtube, in particolare sul canale di Thestral Martell, e l’ho trovato davvero interessante. Ovviamente consideratevi tutti taggati! Ma partiamo con le domande.

  1. Il primo libro di una serie: Le ho mai raccontato del vento del nord – Glattauer.
    Un libro intenso e attuale. Ritrovarsi tra quelle mail, vivere le stesse emozioni raccontate, quasi come se Daniel fosse venuto a spiare nella mia casella di posta prima di scrivere questo romanzo, non mi permette di non adorarlo.
  2. Il secondo libro di una serie diversa: Il mio angelo segreto – Bosco.
    E poi boh, improvvisamente ti rendi conto che hai bisogno di leggere. Si, ma di leggere qualcosa di tranquillo, non troppo impegnativo. E allora rigiri tra le mani questo romanzo, indecisa, fino a quando poi prendi un bel respiro e ti immergi nella lettura. E allora torni a leggere le ultime righe del primo libro, per avere un minimo di continuità.
    E poi boh, il libro ti prende.
    E poi boh, anche tu inizi a riflettere, sperare, impazzire. Inizi anche, se sei un po’ più fortunato, a sentire le voci nella tua testa, come se anche tu avessi un Pat personale che ti consiglia, ti guida, ti fa ridere.
    E poi boh, non ti accorgi del tempo che passa, non abbassi il volume nemmeno per un secondo, ti perdi tra quelle parole.
    E poi boh, le pagine sono quasi finite. E i brividi, i sorrisi comparsi sulle tue labbra senza un ordine preciso, gli occhi velati sono lì, a testimoniare quello che hai provato.
    E poi..boh. Giri l’ultima pagina e ti senti diversa.
  3. Un libro con la copertina blu: Tutta questa vita – Romagnolo.
    Non so dire con precisione se mi è piaciuto o no questo libro. Frivolo e profondo. Banale e diverso. Noioso e appassionante. E’ un continuo susseguirsi di coppie di opposti, mi è piaciuto ma mi aspettavo qualcosa di meglio. La narrazione non mi è piaciuta particolarmente, ma la storia si. I sospesi che lascia, gli interrogativi che non trovano risposta, quelli mi sono piaciuti. Le digressioni troppo frequenti no, fanno perdere il filo del discorso ed appesantiscono l’intera struttura narrativa.
  4. Un libro il cui titolo è formato da sei lettere: Mr Gwyn – Baricco.
    Ancora una volta ho provato a dare una possibilità a Baricco, ma proprio non ci siamo. Mi infastidisce il modo in cui cerca le frasi ad effetto, spesso spinto all’eccesso e troppo forzato.
    Mi infastidisce il fatto che voglia risultare simpatico a tutti i costi al lettore, cercando di instaurare un rapporto con loro, ma risultando a me solamente finto.
    Mi infastidisce la dovizia di particolari, e si, so che il ritratto alla fine sono dettagli, ma tutto il contorno non era necessario; a me piace leggere un libro in cui le situazioni me le raffiguro come mi pare.
    Mi infastidisce il fatto che, alla fine, il ritratto per intero non lo mette.
    La storia era anche carina, originale e divertente, ma si poteva tranquillamente impostare in modo diverso. Forse, in quel caso, mi sarebbe anche piaciuto.
    E la fine, dai, sbagliatissima. Non si fa cosi, che diamine! Baricco non fa proprio per me.
  5. Un libro che non hai mai letto: Io uccido – Faletti.
    Sono anni che è lì sullo scaffale. Sono anni che penso: ok, adesso lo inizio. Ma ogni volta, non so perché, ne inizio sempre un altro. E quello rimane lì ad attendere. Forse non è ancora il momento giusto.
  6. Un libro con il cielo sulla copertina: La felicità viaggia sempre in incognito – Gounelle.
    Boh, questo libro è strano.
    All’inizio l’ho trovato abbastanza mollo, anche se andando avanti diventa più fluido e interessante, soprattutto per la capacità dell’autore di suscitare la curiosità nel lettore, obbligandolo ad andare avanti.
    Mi è piaciuto soprattutto per i colpi di scena, a metà libro ma anche alla fine.
    Non mi è piaciuto per niente invece la parte relativa al lavoro, avrebbe potuto soffermarsi di più su alcuni aspetti, rendendolo magari un po’ meno noioso. 
  7. Un autore con la tua stessa iniziale: L’ospite – Stephenie Meyer.
    Un libro avvincente. Futuristico. Intelligente. Piatto e calcolatore, una storia che ti tiene col fiato sospeso fino alla fine.
  8. Un classico: I vicerè – De Roberto.
    Sono mesi che dico di volerlo iniziare, ma ancora non ho avuto il tempo. E’ il prossimo classico che leggerò.
  9. Un libro con quattro o più colori sulla copertina: Le bugie hanno le gonne corte – McKean.
    Divertente, frizzante e appassionante. Adatto alla stagione estiva, ottima lettura “da ombrellone”.
  10. Il libro più piccolo nella tua libreria: Se si parla di dimensioni, allora Non si esce vivi dagli anni Ottanta – Fantini. Se invece si parla di numero di pagine, allora Momenti di trascurabile felicità – Piccolo.
  11. L’ultimo libro che hai comprato: Il club delle lettere segrete – Donate.
    Spero che sia davvero promettente come sembra!
  12. Un libro con una faccia sulla copertina: Mia sorella è una foca monaca – Frascella.
    Di questo libro vi ho già parlato, trovate un giudizio qui.
  13. Un libro il quale sequel uscirà prossimamente: La prima volta che ti ho incontrato – Croft.
    In realtà non so se il sequel deve uscire a breve o è già uscito, in ogni caso devo ancora averlo!
  14. Un autore che abbia le iniziali uguali: Non avevo capito niente – Diego DeSilva.
    A tratti originale, a tratti ci va giù pesante.
    Risate, sorrisi tirati, noia. C’è tutto.
    Però si legge piacevolmente, è scritto in modo molto coinvolgente. Anche se certi passaggi sono superflui, nell’insieme è scorrevole.
  15. Un libro il cui titolo è una parola inventata: Non leggendo fantasy sono un po’ in difficoltà. Facciamo che vale Chimaira – Manfredi?
  16. Un libro con un epilogo: La solitudine del lupo – Picoult.
    Anche di questo libro ho già parlato qui.

Spero di avervi tenuto compagnia, alla prossima!

Firma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...