Wrap up #3: novembre 2015

wrap up.jpg

Buongiorno a tutti! Eccoci all’ormai consolidato appuntamento con le letture del mese. Purtroppo per questo mese ho pochissimi libri, perché il tempo scarseggiava davvero. Ho avuto molte cose da studiare, motivo per cui troverete diversi libri dell’università in questo wrap up. Spero però di rifarmi per il prossimo mese!

  1. After 4 – Anna Todd. ★ ★ ☆ ☆ ☆
    Credo di non avere più parole a disposizione su questa “saga” se così si può definire. Ci sono sempre gli stessi meccanismi, che si ripetono all’infinito. Lui ama lei, lei ama lui. Lui entra in paranoia, lei lo rassicura (anche carnalmente). Amor proprio pari a zero. Donna oggetto sempre presente. Donna sottomessa, non ne parliamo nemmeno.
    Fatto sta che di storia in questo libro non ce n’è. Si buttano lì alcuni argomenti che potrebbero avere risvolti per l’intreccio, ma si lasciano cadere così, nel vuoto. Trama non ne ho trovata. Però devo fare i complimenti alla Todd, che sul finale ti spara sempre il colpo di scena che ti costringe a continuare a leggere, perché sei curioso, perché pensi che peggio di così non possa andare. E invece ti sorprende sempre.
    Non so se questo libro così vuoto sia il riflesso della nostra generazione, ma in quel caso inizierei seriamente a preoccuparmi. Delusissima.
  2. Introduzione alla filosofia del linguaggio – Carlo Penco ★ ★ ☆ ☆ ☆
    Questo libro sarebbe stato molto più interessante se non fossi stata costretta a leggerlo. Tuttavia è scritto in modo abbastanza chiaro, anche se i riferimenti ad altri capitoli sono davvero troppi. E’ comunque una lettura molto impegnativa, ma è ottima per iniziare a capire un po’ questo mondo.
  3. Guida galattica per gli autostoppisti – Douglas Adams ★ ☆ ☆ ☆ ☆
    A me il genere fantascienza non piace. Se poi ci mettiamo una comicità per nulla comica, abbiamo veramente un libro da gettare giù dalla finestra.
    La storia è difficile da seguire, a tratti molto pesante, soprattutto per la poca chiarezza. Lo stile non mi è piaciuto, perché non ha nulla che mi faccia sorridere e anzi, mi annoia parecchio.
    Ammetto che sono partita molto prevenuta, ma davvero non sopporto tutta questa roba di navicelle e viaggi nella galassia e strani mondi. No.
    Mi trovo dunque a dover abbandonare questo libro circa a metà, perché sento davvero di star sprecando tempo che potrei dedicare ad altri libri. Non mi è piaciuto forse perché sono una femmina per nulla appassionata di fantascienza. Forse è più adatto a dei maschi. Forse è ancora più adatto a dei maschi tra i 20 e i 40.
  4. Corso di linguistica generale – Ferdinand de Saussure ★ ☆ ☆ ☆ ☆
    Si vede che questo libro è molto vecchio, ma le idee di fondo sono ancora molto valide. Anche in questo caso mi sono trovata a doverlo studiare, quindi forse non l’ho apprezzato al meglio. tuttavia l’ho trovato molto particolare, sia per il modo in cui i problemi vengono affrontati, sia per la poca dispersività delle varie pagine. E’ un libro molto compatto.

Firma

Annunci

Un pensiero su “Wrap up #3: novembre 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...