{Review} Niente è come te

dettagli

Titolo: Niente è come te
Titolo originale: Niente è come te
Autore: Sara Rattaro
Editore: Garzanti
Pagine: 220
Prezzo: € 15.00
Pubblicazione: settembre 2014
Formato: cartaceo

trama

Nessuno fa solo cose giuste o sbagliate. Siamo luce e ombra insieme. Due scatole colme di libri, pupazzi e tante fotografie. Tutto il mondo di Margherita è racchiuso in quelle poche cose. In spalla il suo adorato violino e tra le mani un biglietto aereo per una terra lontana: l’Italia. La terra dove è nata e che non rivede da quando è piccola.Ma ora è lì che deve tornare. Perché a quasi quindici anni Margherita ha scoperto che a volte è la vita a decidere per noi. Perché c’è qualcuno che non aspetta altro che poterle stare accanto: Francesco, suo padre. Il suono assordante dell’assenza di Margherita ha riempito i suoi giorni per dieci anni. Da quando sua moglie è scappata in Danimarca con la loro figlia senza permettergli di vederla mai più.Francesco credeva fosse solo un viaggio. Non avrebbe mai pensato di vivere l’incubo peggiore della sua vita. Eppure, ora che Margherita è di nuovo con lui, è difficile ricucire quello che tanto tempo prima si è spezzato. Francesco ha davanti a sé un’adolescente che si sente sbagliata. Perché a scuola è isolata dai suoi compagni e a casa passa le giornate chiusa nella sua stanza. Ma Francesco giorno dopo giorno cerca la strada per il suo cuore. Una strada fatta di piccoli ricordi comuni che riaffiorano. Perché le cose più preziose, come l’abbraccio di un padre, si possiedono senza doverle cercare. E quando Margherita ha bisogno di lui come non mai, Francesco le sussurra all’orecchio poche semplici parole per farle capire quanto sia speciale: «Niente, ma proprio niente, è come te, Margherita».

voto

3

recensione

Questo libro è rimasto sullo scaffale per circa un anno, non so bene perché. Forse per quella storia che sono i libri a scegliere te. Sono felice di averlo finalmente letto.
Non sapevo fosse una storia vera, non mi sono mai interessata all’argomento perché fortunatamente la mia famiglia non è mai stata toccata da divorzi, affidamenti e fughe e proprio per questo motivo non so dire se le emozioni che traspaiono dalle pagine del libro siano reali oppure no. So per certo, però, che questo libro va letto a cuor leggero: ci penseranno le pagine a renderlo pesante come un macigno. E forse è proprio quello che devono fare i romanzi: catapultarti in una situazione emotiva assolutamente identica a quella dei protagonisti.
C’è l’amore incondizionato di un padre per una figlia che di lui non sa nulla. C’è la rabbia che lascia il posto all’amore, la sensazione di inadeguatezza tipica degli adolescenti. Ci sono le parole sbagliate, i regali celati, le prove che vengono a galla.
Mi è piaciuto come i due punti di vista dei protagonisti fossero narrati per l’altro, invece che per il lettore. Mi è piaciuto lo stile delicato e anche un po’ minimalista; la caratterizzazione dei personaggi quasi assente, tranne che per qualche tratto psicologico che serviva ai fini del racconto. Mi è piaciuta soprattutto la caparbietà di Francesco.
Ora non so se questo libro fosse rivolto ai ragazzi, ai genitori o a tutto il mondo ma ci sono elementi adatti ad empatizzare con ogni target d’età: non mi stupisco che la Rattaro abbia appena vinto il premio Bancarella 2015 con questo libro. Vi consiglio assolutamente di leggerlo, vi farà piangere e arrabbiare e sgranare gli occhi ma fidatevi: ne vale la pena.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...