{Review} La felicità è una pagina bianca

dettagli

Titolo: La felicità è una pagina bianca
Titolo originale: A window opens
Autore: Elisabeth Egan
Editore: Nord
Pagine: 396
Prezzo: € 16.60
Pubblicazione: febbraio 2016
Formato: ebook

trama

Quando qualcosa non va, Alice Pearse cerca rifugio nella lettura. È sempre stato così; fin dalla più tenera infanzia, per Alice i libri sono isole felici dove potersi rilassare, mondi in cui perdersi, tesori da amare. E, adesso che si è trovata all’improvviso con un marito disoccupato, tre bambini da mantenere e un mutuo da pagare, i libri sono diventati letteralmente la sua ancora di salvezza: è infatti grazie alla sua fama di book blogger che le viene offerto un impego da Scroll, una potente società che vuole lanciare una catena di caffè dove tutti gli amanti della lettura possono sprofondare nelle comode poltrone, consultare uno sterminato catalogo di e-book e leggere. Nonostante le feroci proteste della sua migliore amica, proprietaria della libreria del quartiere, Alice accetta, tuttavia non le ci vuole molto per rendersi conto che gestire la famiglia con un lavoro a tempo pieno è molto più difficile di quanto non si sarebbe aspettata, e che dietro l’apparenza da paese delle meraviglie, Scroll nasconde un lato da incubo. Eppure Alice non si scoraggia: in fondo, a volte, per trovare la felicità basta girare pagina.

voto

2

recensione

In questo libro purtroppo di felicità proprio non ne ho trovata. Ciò che predomina l’intera lettura è un senso di claustrofobia, che non fa nemmeno venire troppa voglia di continuare a leggere. siamo davanti ad un tomo di difficile digestione, almeno per quel che mi riguarda.
Lo stile non l’ho trovato per nulla scorrevole ed anche la struttura del romanzo stesso è molto difficile da seguire: non si capisce dove iniziano e finiscono i flashback, le conversazioni a volte sono piantate lì, in mezzo alla pagina, senza un nesso logico con la storia.
I personaggi li ho trovati tutti abbastanza odiosi ed ho sentito notevolmente la mancanza di una loro presentazione, se non a livello psicologico quantomeno a livello puramente fisico: sono come tante piccole comparse di cui non si capisce il senso.
Non so, per un libro con una copertina e un titolo accattivante la storia non è all’altezza. Diciamo anche che quasi 4oo pagine sono davvero eccessive, ne bastavano la metà.

Annunci

Un pensiero su “{Review} La felicità è una pagina bianca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...