¡Viva la vida!

vida.jpg

trama

Un monologo fulminante che ripercorre i patimenti della reclusione forzata di Frida Kahlo, i lucidi deliri artistici di pittrice affamata di colore, la relazione con Diego Rivera. In un Messico quanto mai reale e al tempo stesso immaginifico, Pino Cacucci mette in scena la sintesi infuocata di un’esistenza, la parabola di una grande pittrice la cui opera continua a ottenere altissimi riconoscimenti. In poche pagine c’è il Messico, c’è il risveglio dell’immaginazione, c’è la storia di una donna, c’è la rincorsa di una passione mai spenta per un uomo. L’ardente esistenza di Frida Kahlo dal vertice estremo dei suoi giorni. Un breve libro che contiene una storia immensa.

voto

3

Libro breve ma efficace, adatto per chi come me non sa quasi nulla della pittrice ma ha voglia di scoprire qualcosa di più intorno alla sua figura, diventata ormai così popolare. Un monologo pieno di pathos, ma abbastanza corto da rendere vivo l’interesse.
I colori vivaci del Messico arrivano attraverso la penna di Cacucci, che ci presenta i pensieri immaginari di Frida come una selezione delle sue opere migliori: sembrano dei quadri scritti.
La prosa dal ritmo serrato è un susseguirsi di testardaggine e morfina, rabbia e amore, attaccamento alla vita e voglia di combattere; ma a volte diventa dolore e ironia macabra. Ci presenta una Frida ribelle ma al tempo stesso domata, una voce leggera ma determinata.
I pensieri sparsi e apparentemente sconnessi sono resi con una forma teatrale, forse più adatta alla rappresentazione sul palco che alla lettura, ma quest’ultima rimane comunque piacevole anche grazie alle poche pagine.
Dopo questo libro viene voglia di sapere di più di Frida e Diego, ma anche del Messico e della storia dei primi anni del Novecento. Sicuramente un ottimo spunto da cui partire.

citazioni

La morte può essere crudele, ingiusta, traditrice… Ma solo la vita riesce ad essere oscena, indegna, umiliante.

Non esiste più il tempo, non esiste nient’altro. Ormai, c’è solo questa realtà. Quello che è stato, sarà per sempre.

Perché noi siamo tutti figli della morte, la vita si nutre di morte e l’assenza ci accompagna ogni giorno e ogni notte.

I cambiamenti ci sconcertano, ci terrorizzano, perché noi cerchiamo la calma, la pace, perché noi anticipiamo la morte morendo ogni istante della nostra vita. 

dettagli

 

Titolo: ¡Viva la vida!
Autore:  Pino Cacucci
Editore: Feltrinelli
Formato: Ebook
Pagine: 77
Genere: biografia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...